Dall'Appendicismo al Post-moderno al Neo-appendicismo. Letteratura e narrazioni televisive.

  • Bruno Pischedda

Resumen

L’importanza che stanno assumendo ai nostri giorni le serie o stagioni televisive, non deve far dimenticare la “stagione” originaria da cui tutte discendono: vale a dire l’appendicismo ottocentesco, il settantennio del romanzo popolare, del feuilleton da reperirsi sulle pagine dei giornali. È questo un momento fondamentale per il sistema letterario borghese, che vale da battistrada per la riformulazione in senso audiovisivo, cine-televisivo, di ciò che una volta era la narrazione scritta. Successi internazionali come Lost, Game of Thrones o True Detective stanno mettendo in evidenza una nuova autorialità, che agli espedienti un po’ raffazzonati degli appendicisti storici sa aggiungere una somma di competenze multimediali e una sapienza costruttiva decisamente più agguerrite. La scena letteraria tradizionale sembra impoverirsi di veri talenti; mentre si trasferiscono sullo schermo i nuovi maghi del racconto. Il perimetro letterario si riduce, perde livelli e sottolivelli estetico-funzionali; mentre la galassia seriale e televisiva si espande e mostra un aspetto sempre più stratificato. I rimpianti del letterato accademico producono ben poco: serve una nuova critica della Narratività post-gutenberghiana.

Descargas

La información sobre descargas todavía no está disponible.

Citas

Cardini, Daniela (2004): La lunga serialità televisiva. Origini e modelli, Milano, Carocci.

Casetti, Francesco (a cura di) (1984): L’immagine al plurale. Serialità e ripetizione nel cinema e nella televisione, Venezia, Marsilio.

Bachtin, Michail (1979): «Epos e romanzo», in Mikhail Bachtin, Estetica e romanzo, a cura di Clara Strada Janovič, Torino, Einaudi, pp. 445-482.

Bourdieu, Pierre (2001): La distinzione. Critica sociale del gusto, a cura di Marco Santoro, traduzione. di Guido Viale, Bologna, il Mulino.

Bourdieu, Pierre (2005): Le regole dell’arte. Genesi e struttura del campo letterario, traduzione italiana. di Emanuele Bottaro e Anna Boschetti, introduzione di Anna Boschetti, Milano, il Saggiatore.

Eco, Umberto (1966), «Verifica incerta e Gruppo ‘63», in Nanni Balestrini (a c. di), Gruppo 63. Il romanzo sperimentale. Palermo 1965, Milano, Feltrinelli (Feltrinelli. [Ora in Roma, Editore l’Orma, 2013]. qui, a cura di Andrea Cortellessa, anche una robusta rassegna di testimonianze da attribuirsi agli antichi protagonisti raccolti a convegno: «Col senno di poi», pp. 195-424).

Eco, Umberto; Sughi, Cesare (a cura di) (1971): Almanacco Bompiani per il 1972. Cent’anni dopo: il ritorno all’intreccio, Milano, Bompiani.

Fiedler, Leslie (1971): «The Middle Against Booth Ends; Cross the Border-Close the Gap», in Leslie Fiedler, The Collected Essays of Leslie Fiedler, New York, Stein and Day, vol. II, pp. 415-428 e 461-485.

Fidler, Roger (2000): Mediamorfosi. Comprendere i nuovi media, a cura di Romana Andò e Alberto Marinelli, Milano, Guerini.

Natan, Michel (1991): Splendeurs et miséres du roman populaire, Lyon, Presse Universitaire de Lyon.

Neuschäfer, Hans-Jörg (1979): «Eugène Sue e il romanzo d’appendice. Sulla storia di un genere letterario ‘triviale’», in AA.VV., Trivialliteratur? Letterature di massa e di consumo, Trieste, Lint, pp. 211-233.

Olivier-Martin, Yves (1980): Histoire du roman populaire en France: de 1840 à 1980, Paris, Edition Albin Michel.

Queffélec, Lise (1989): Le roman feuilleton français au XIX siècle, Paris, PUF.

Spinazzola, Vittorio (1992): «Le coordinate del sistema letterario», in Vittorio Spinazzola, Critica della lettura, Roma, Editori Riuniti, pp. 39-52.

Piga, Emanuela (2014): «Mediamorfosi del romanzo popolare: dal Feuilleton al Serial TV», Between, VI, n. 8/novembre.

Piga, Emanuela (2016): «Mediamorfosi del grande romanzo realista: dal Bildungsroman al TV serial», Between, VI, 11/maggio.

Pischedda, Bruno (2006): «Narrare immagini», in Bruno Pischedda, Mettere giudizio. 25 occasioni di critica militante, Reggio Emilia, Diabasis, pp. 212-221.

Weinrich, Harald (1978): Tempus. Le funzioni dei tempi nel testo, traduzione di Maria Provvidenza La Valva, Bologna, il Mulino (nuova ediz. abbreviata, 2004).

Publicado
2017-09-18
Cómo citar
Pischedda, B. (2017). Dall’Appendicismo al Post-moderno al Neo-appendicismo. Letteratura e narrazioni televisive. Cuadernos De Filología Italiana, 24, 239-247. https://doi.org/10.5209/CFIT.55041