Gli spini della grammatica: una iunctura problematica nelle "Regole del Fortunio"

  • Massimo Prada Università degli Studi di Milano

Resumen

Un luogo del I libro della princeps delle Regole del Fortunio, nella sezione dedicata ai pronomi relativi e interrogativi, si offre a una lettura differente da quella corrente. In questo contributo la si descrive e si considerano alcune ragioni che la possono giustificare.

Descargas

La información sobre descargas todavía no está disponible.

Citas

Basile, Grazia (1991): «Storia e caratteristiche dell’italiano burocratico», Novecento, I, pp. 23-40.

Belloni, Gino (1987): Alle origini della filologia e della grammatica italiana: il Fortunio, in Linguistica e filologia. Atti del VII Convegno Internazionale di Linguisti (Milano, 12-14 settembre 1984), Brescia, Paideia, pp. 187-204.

BIZ = Stoppelli, Pasquale (ed.) (2010), Biblioteca Italiana Zanichelli. DVD-ROM per Windows per la ricerca in testi, biografie, trame e concordanze della Letteratura italiana, Bologna, Zanichelli.

Bongrani, Paolo (1986): «Il volgare a Milano tra Quattro e Cinquecento», in Lingua e letteratura a Milano nell’età sforzesca, Parma, Università degli Studi-Istituto di Filologia moderna, pp. 1-36.

Bongrani, Paolo (1996): «“Breviata con mirabile artificio”. Il “Compendio di la volgare grammatica” di Marcantonio Flaminio. Edizione e introduzione», in Simone Albonico et al. (eds.), Per Cesare Bozzetti, Studi di letteratura e filologia italiana, Milano, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, pp. 225-250.

Bonomi, Ilaria (1983): «Cantari profani editi a Milano ai primi del ‘500: caratteri linguistici», Studi Vitale, I, pp. 240-74.

Bonomi, Ilaria (ed.) (1986): Pierfrancesco Giambullari, Regole della lingua fiorentina, Firenze, Accademia della Crusca.

Castelvecchi, Alberto (ed.) (1986): G. G. Trissino, Scritti linguistici, Roma, Salerno.

Corso, Rinaldo (1549): Fondamenti del parlar toschano di Rinaldo Corso non prima veduti corretti et accresciuti, Venezia, Melchiorre Sessa.

Cortelazzo, Michele A.; Paccagnella, Ivano (1994): «Il Veneto», in Francesco Bruni (ed.), L’italiano nelle regioni. Testi e documenti, Torino, UTET, pp. 262-310.

Cortelazzo, Michele A. (2010): «Giuridico-amministrativo, linguaggio,» in EncIt <http://www.treccani.it>.

Corticelli, Salvatore (1745 [1754]): Regole e osservazioni della lingua toscana ridotte a metodo […], Bologna, nella stamperia di Lelio della Volpe.

Del Rosso, Paolo (1545): Regole, osservanze, et avvertenze sopra lo scrivere correttamente la lingua volgare Toscana in prosa e in versi, Napoli, per Mattio Cance [se ne ha ora un’edizione moderna in Ortolano 2009].

De Roberto, Elisa (2012): «Le proposizioni relative», in Maurizio Dardano (ed.), Sintassi dell’italiano antico, Roma, Carocci, pp. 196-269.

Dionisotti, Carlo (1938): «Ancora del Fortunio», Giornale storico della letteratura italiana, 116, pp. 213-254 [poi in Dionisotti, Carlo, Scritti di storia della letteratura italiana, 5 voll., Roma, Edizioni di storia e letteratura, vol. I, pp. 73-106].

Dionisotti, Carlo (ed.) (1960 [1966]): Pietro Bembo, Prose e rime, Torino, UTET.

Dionisotti, Carlo (1967): «Il Fortunio e la filologia umanistica», in Vittore Branca (ed.), Rinascimento europeo e Rinascimento veneziano, Firenze, Sansoni, pp. 11-23 [poi in Scritti di storia della letteratura italiana, 5 voll., Roma, Edizioni di storia e letteratura, vol. II, 2008, pp. 281-292].

Dionisotti, Carlo (1968): Gli umanisti e il volgare fra Quattrocento e Cinquecento, Le Monnier, Firenze [poi Milano, 5 Continents, 2003].

Di San Martino, Matteo (1555): Le osservazioni grammaticali e poetiche della lingua italiana di Matteo Conte di San Martino, Roma, per Valerio Dorico [l’edizione moderna è in Sorella 1999].

Dolce, Lodovico (1550): Osservationi della volgar lingua di M. Lodovico Dolce divise in quattro libri, Venezia, Gabriel Giolito de Ferrari e fratelli [l’edizione moderna è in Guidotti 2004].

ED = Enciclopedia dantesca, Roma, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, 1970.

EncIt = Enciclopedia dell’Italiano, diretta da R. Simone, 2 voll., Roma, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, 2010 [i riferimenti in questo contributo sono alla versione telematica: http://www.treccani.it/enciclopedia/].

Fiorelli, Piero (2008): Intorno alle parole del diritto, Milano, Giuffrè.

Flaminio, Marcantonio (1521): Compendio di la volgare grammatica per Marcantonio Flaminio, Bologna, per maestro Hieronymo di Benedetti [l’edizione moderna è in Bongrani 1996].

Fontanini, Giusto (1753): Biblioteca dell’eloquenza italiana di monsignore Giusto Fontanini […] con le annotazioni del signor Apostolo Zeno istorico e poeta cesareo […], 2 tt., Venezia, presso Giambatista Pasquali.

Fumagalli, Marina (1983): «“El Chatto sponito tuto” del codice Trivulziano 92», Studi Vitale, I, pp. 112-148.

Gabriele, Iacomo (1548): Regole grammaticali di Iacomo Cabriele non meno utili che necessarie à coloro che dirittamente scriuere ne la nostra natia lingua si dilettano, Venezia, Griffio [la prima impressione, Regole grammaticali di m. Iacomo Cabriele non meno utili che necessarie a coloro che dirittamente scriuere ne la nostra natia lingua si dilettano, Venezia, Giovanni de Farri & fratelli, 1545, è descritta come non licenziata dall’autore, anche se si tratta probabilmente di una dichiarazione di cautela; si ha ora un’edizione moderna in Ortolano 2010].

Giambullari, Pierfrancesco (1552): De la lingua che si parla e si scrive in Firenze, Firenze, s.e. [ma: Torrentino] [la stampa ha 1551, stile fiorentino, dunque: 1552; l’edizione moderna è in Bonomi 1986, che riprende il titolo dei manoscritti].

Gizzi, Chiara (ed.) (2016): Girolamo Ruscelli, De’ commentarii della lingua italiana, 2 voll., Manziana, Vecchiarelli.

Guidotti, Paola (2004): Lodovico Dolce, I quattro libri delle Osservationi, Pescara, Librería dell’Universita.

LLI = Archivio LLI, Lingua legislativa italiana <http://www.ittig.cnr.it>.

Marazzini, Claudio; Fornara Simone (eds.) (1999): Giovanni Francesco Fortunio, Regole grammaticali della volgar lingua, Pordenone, Accademia San Marco.

Medea, Ilaria (2015-16): Regole ed osservazioni della lingua italiana ridotte a metodo (1745-54). Proposte per un’edizione critica della grammatica scolastica di Salvatore Corticelli, tesi di laurea (rel. Giuseppe Polimeni), Università degli Studi di Milano.

Mengaldo, Pier Vincenzo (1963): La lingua del Boiardo lirico, Firenze, Olschki.

Morgana, Silvia (2012): Storia linguistica di Milano, Roma, Carocci.

Mortara Garavelli, Bice (2001): Le parole e la giustizia. Divagazioni grammaticali e retoriche su testi giuridici italiani, Torino, Einaudi.

Ondelli, Stefano (2007): La lingua del diritto. Proposta di classificazione di una varietà dell’italiano, Roma, Aracne.

Ortolano, Pierluigi (2009): Paolo del Rosso, Regole, osservanze, et avvertenze sopra lo scrivere correttamente la lingua volgare Toscana in prosa e in versi, Pescara, Opera.

Ortolano, Pierluigi (2010): Regole grammaticali di Messer Jacomo Gabriele, Pescara, Opera.

Paccagnella, Ivano (1987): «Grammatica come scienza: l’approssimazione del Fortunio», in Brigitte Winklehner (ed.), Literatur und Wissenschaft. Begegnung und Integration. Festschrift für Rudolf Baehr, Tübingen Stauffenburg, pp. 273-289.

Palermo, Massimo (2010): «Cancellerie, lingua delle», in EncIt <http://www.treccani.it>.

Pastore, Alessandro (1984): «Di un perduto e ritrovato “Compendio di la volgare grammatica” di Marcantonio Flaminio», Italia medievale e umanistica, XXVII, pp. 349-356.

Pozzi, Mario (ed.) (1972): Giovanni Francesco Fortunio, Regole grammaticali della volgar lingua, Torino, Tirrenia.

Proietti, Domenico (2010): «Burocratese», in EncIt <http://www.treccani.it>.

Raso, Tommaso (2005): La scrittura burocratica. La lingua e l’organizzazione del testo, Roma, Carocci.

Richardson, Brian (ed.) (2001): Giovanni Francesco Fortunio, Regole grammaticali della volgar lingua, Padova, Antenore.

Richardson, Brian (1997): «Fulvio Pellegrino Morato and Fortunio’s Regole grammaticali della volgar lingua», in Gino Bedani et al. (eds.), Sguardi sull’Italia: miscellanea dedicata a Francesco Villari, Exeter, Society for Italian Studies, pp. 43-54.

Rohlfs, Gerhard (1966): Grammatica storica della lingua italiana e dei suoi dialetti, 3 voll., Torino, Einaudi.

Rovere, Giovanni (2005): Capitoli di linguistica giuridica. Ricerche su corpora elettronici, Alessandria, Edizioni dell’Orso.

Ruscelli, Girolamo (1581): De’ Commentarii della lingua italiana del sig. Girolamo Ruscelli viterbese libri sette […] hora posti in luce da Vincenzo Ruscelli […], Venezia, appresso Damian Zenaro, alla Salamandra [‘‘edizione moderna è in Gizzi 2016].

Sabatini, Francesco (1990): «Analisi del linguaggio giuridico. Il testo normativo in una tipologia generale dei testi», in Mario D’Antonio (ed.), Corso di studi superiori legislativi 1988-1989, Padova, CEDAM, pp. 675-724.

Salvi, Giampaolo (2016): «Sintassi dell’italiano antico», in Sergio Lubello (ed.), Manuale di linguistica italiana, Berlin, De Gruyter, pp. 62-89.

Salvioni, Carlo (1890): «Annotazioni sistematiche alla “Antica parafrasi lombarda del Neminem laedi nisi a se ipso di S. Giov. Grisostomo” (Arch. VII 1-120) e alle “Antiche scritture lombarde” (Arch. IX 3-22)», Archivio Glottologico Italiano, XII, pp. 375-440.

Salvioni, Carlo (1898): «Annotazioni sistematiche alla ‘Antica Parafrasi Lombarda del Neminem laedi ecc.’ (continua)», Archivio Glottologico Italiano, XIV, pp. 201-268.

San Martino, Matteo (1555): Le osservationi grammaticali e poetiche della lingua italiana del signor Matteo Conte di San Martino e di Vische, Roma, per Valerio Dorico e Luigi fratelli.

Scotti Morgana, Silvia (1983): «Materiali per la storia della lingua non letteraria. Gride e documenti dell’ultima età sforzesca», Studi Vitale, I, pp. 316-362.

Scotti Morgana, Silvia (1984): «Letterati, burocrati e lingua della burocrazia nel primo Ottocento», Studi linguistici italiani, 10, pp. 44-75.

Serianni, Luca (2003): «Il linguaggio burocratico», in Luca Serianni, Italiani scritti, Bologna, il Mulino, pp. 123-139.

Sorella, Antonio (1999): Matteo di S. Martino, Le osservazioni grammaticali e poetiche della lingua italiana, Pescara, Libreria dell’Università.

Studi Vitale = Studi di lingua e letteratura lombarda offerti a Maurizio Vitale, 2 voll., Pisa, Giardini, 1983.

Tavosanis, Mirko (2002): La prima stesura delle Prose della volgar lingua: fonti e correzioni. Con edizione del testo, Pisa, ETS.

Tizzone, Gaetano (1539): La grammatica volgare trovata ne le opere di Dante, di Francesco Petrarca di Giovan Boccaccio di Cin da Pistoia di Guitton da rezzo, Napoli, per Giovanni Sultzbach.

Trabalza, Ciro (1963): Storia della grammatica italiana, Bologna, Forni [ed. orig. Milano, Hoepli, 1908].

Travi, Ernesto (ed.) (1992): Pietro Bembo, Lettere, III (1529-1536), Bologna, Commissione per i Testi di Lingua.

Trifone, Maurizio (2006): «Il linguaggio burocratico», in Pietro Trifone (ed.), Lingua e identità. Una storia sociale dell’italiano, Roma, Carocci, pp. 213-240.

Trissino, Gian Giorgio (1529): Grammatichetta, Vicenza, per Tolomeo Janiculo [l’edizione moderna si ha in Castelvecchi 1986].

Trovato, Paolo (1994): Storia della lingua italiana. Il primo Cinquecento, Bologna, il Mulino.

Vela, Claudio (ed.) (2001): Pietro Bembo, Prose della volgar lingua. L’editio princeps del 1525 riscontrata con l’autografo Vaticano latino 3210, Bologna, CLUEB.

Vignali, Luigi (1990): «La lingua di Jacopo Caviceo nel Peregrino. Parte seconda: l’aspetto morfologico», Studi e problemi di critica testuale, XXXVII, pp. 69-147.

Vitale, Maurizio (1953): La lingua volgare della cancelleria visconteo-sforzesca nel Quattrocento, Varese-Milano, Cisalpino.

Vitale, Maurizio (1983): «La lingua volgare della cancelleria sforzesca nell’età di Ludovico il Moro», in Milano nell’età di Ludovico il Moro. Atti del convegno internazionale, 28 febbraio-4 marzo 1983, 2 voll., Milano, Comune di Milano-Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana, 1983, vol. II: pp. 353-386 [ora in Maurizio Vitale, La veneranda favella, Napoli, Morano, pp. 167-239].

Publicado
2017-09-18
Cómo citar
Prada, M. (2017). Gli spini della grammatica: una iunctura problematica nelle "Regole del Fortunio&quot;. Cuadernos De Filología Italiana, 24, 101-114. https://doi.org/10.5209/CFIT.56065