Il sonetto conteso: la storia di ‘Naturalmente chere ogne amadore’ tra testo, contesto e finzione.

  • Paolo Rigo Università degli studi di Roma Tre

Resumen

In questo contributo si prende in esame la questione attributiva di Naturalmente chere ogni amadore, sonetto responsivo alla Vita nova. La tradizione testuale, adiafora, non permette una certezza attributiva, e in questo studio, l’autore, recuperando i vari saggi dedicati alla vicenda, propone alcune riflessioni sul contesto letterario e sui legami tra Dante, Cino da Pistoia, Terino da Castelfiorentino e gli altri corrispondenti di A ciascun’alma presa.

 

Descargas

La información sobre descargas todavía no está disponible.

Biografía del autor/a

Paolo Rigo, Università degli studi di Roma Tre
Dipartimento di studi umanistici; ricercatore

Citas

Alighieri, Dante (1956): Rime della Vita nuova e della giovinezza, a cura di Michele Barbi e Francesco Maggini, Firenze, Le Monnier.

Alighieri, Dante (2002): Rime, edizione critica a cura di Domenico De Robertis, Firenze, Le Lettere, 3 voll.

Alighieri, Dante (2005): Rime, edizione commentata a cura di Domenico De Robertis, Firenze, Edizioni del Galluzzo per la Fondazione Franceschini.

Alighieri, Dante (2011): Vita nova, in Opere, edizione diretta da Marco Santagata, Milano, Mondadori, vol. I.

Alighieri, Dante (2012): De vulgari eloquentia, a cura di Enrico Fenzi, con la collaborazione di L. Formisano e F. Montuori, Roma, Salerno Editrice.

Alighieri, Dante (2015): Vita nuova. Rime, a cura di D. Pirovano e M. Grimaldi, Roma, Salerno Editricie, 2 voll.

Aruch, Aldo (1915): «Per Terino da Castelfiorentino», Giornale Storico della Letteratura Italiana, LVI, pp. 279-280.

Avalle, Silvio D’Arco (1977): Ai luoghi di delizia pieni. Saggio sulla lirica italiana del XIII secolo, Milano-Napoli, Ricciardi.

Barbi, Michele (1915): «La Raccolta Aragonese», in Michele Barbi, Studi sul canzoniere di Dante, Firenze, Le Monnier, pp. 215-326.

Beggiato, Federico (1976): «Terino da Castelfiorentino», in Enciclopedia Dantesca, Roma, Treccani, 1970-1978, 6 voll., vol. V, pp. 570-571.

Berisso, Marco (2012): «Monte Andrea», in Dizionario Biografico degli Italiani, Roma, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, vol. LXXVI, pp. 5-8.

Brambilla Ageno, Franca (1999): L’edizione critica dei testi volgari, Roma-Padova, Antenore.

Brugnolo, Furio (1993): «Cino (e Onesto) dentro e fuori la ‘Commedia’», in Omaggio a Gianfranco Folena, Padova, Programma, 3 voll., vol. I, pp. 369-386

Brugnolo, Furio (2003): «Appendice a Cino (e Onesto) dentro e fuori la ‘Commedia’. Ancora sull’intertesto di ‘Purgatorio’, XXIV, 49-63», in L. Battaglia Ricci (a cura di), Leggere Dante, Ravenna, Longo, pp. 153-171.

Catenazzi, Flavio (2003): «Il trovar di Terino da Castelfiorentino e gli echi di un dibattito duecentesco sul “ben d’Amore”, V 190-191», in M. M. Pedroni (a cura di), «Parlar l’idioma soave». Studî di filologia, letteratura e storia della lingua offerti a Gianni A. Papini, Novara, Interlinea, pp. 49-59.

Corbellini, Alberto (1904a): «Questioni ciniane e la ‘Vita Nova’ di Dante», Bullettino storico pistoiese, VI, 1-2, pp. 13-43

Corbellini, Alberto (1904b): «Questioni ciniane e la ‘Vita Nova’ di Dante (Continuazione e fine)», Bullettino storico pistoiese, VI, 3, pp. 65-92.

Debenedetti, Santorre (1914): «Terino da Castelfiorentino», Miscellanea storica della Valdelsa, XXII, pp. 92-94.

De Geronimo, Gian Domenico (1907): Cino da Pistoia. Tre note al Canzoniere, Agnone, Sannitica.

De Robertis, Domenico (1951): «Cino da Pistoia e i poeti bolognesi», Giornale Storico della Letteratura Italiana, CXVVIII, pp. 273-312.

De Robertis, Domenico (1967): «Sulla tradizione estravagante delle rime della ‘Vita nuova’», Studi Danteschi, XLIV, pp. 5-84.

Diacciati, Silvia (2016): «Guido e i Cavalcanti: un poeta cavaliere e il suo contesto», in M. Gagliano, P. Guérin, R. Zanni (a cura di), Les deux Guidi. Guinizzelli et Cavalcanti. Mourir d’aimer et autres ruptures, Paris, Presses Sorbonne Nouvelle, pp. 37-51.

Ferrari, Armando (1901): Le rime di Terino da Castelfiorentino, a cura di A. Ferrari, Castelfiorentino, Società Storica della Valdesa.

Genette, Gerard (1976): Figure III. Discorso del racconto, Torino, Einaudi.

Giunta, Claudio (2002a): Versi a un destinatario. Saggio sulla poesia italiana del Medioevo, Bologna, Il Mulino

Giunta, Claudio (2002b): Due saggi sulla tenzone, Roma-Padova, Antenore.

Graziosi, Elisabetta (1997): «Dante a Cino: sul cuore di un giurista», Letture classensi, XXVI, pp. 55-91.

Inglese, Giorgio (1991): «Terino da Castelfiorentino», in A. Asor Rosa (diretta da), Letteratura italiana. Gli autori. Vol. X. Dizionario bio-bibliografico e indici, Torino, Einaudi, t. II, p. 1710.

Larson, Pär (2000): «A ciascun’alma presa, vv. 1-4», Studi mediolatini e volgari, XLVI, pp. 85-119.

Marcerano, Sebastiano (2010): «Polemiche letterarie nella lirica italiana del Duecento», Revista de filología románica, XXVII, pp. 77-99.

Marrani, Giuseppe (2009a): «Ai margini della ‘Vita nuova’: ancora per Cino “imitatore” di Dante», in F. Brugnolo e F. Gambino (a cura di), La lirica romanza del Medioevo. Storia, tradizioni, interpretazioni. Atti del VI convegno triennale della Società Italiana di Filologia Romanza, Padova, Unipress, pp. 757-776.

Marrani, Giuseppe (2009b): «Identità del frammento marciano dello “stilnovo” (it. IX.529)», in S. Carrai e G. Marrani (a cura di), Il canzoniere Escorialense e il frammento Marciano dello Stilnovo. Real Biblioteca de ElEscorial, e.III.23-Biblioteca Nazionale Marciana, it. IX.529, Firenze, SISMEL-Edizioni del Galluzzo, pp. 153-181.

Meneghetti, Maria Luisa (1984): «Beatrice al chiaro di Luna. La prassi poetica delle visioni amorose con invito all’interpretazione dai provenzali allo stilnuovo», in Symposium in honorem prof. Martín de Riquer, Barcelona, Quaderns Crema, pp. 239-256.

Orlando, Sandro (1974) (a cura di): Le rime di Onesto da Bologna, Firenze, Sansoni.

Orlando, Sandro (1981) (a cura di): Rime dei Memoriali bolognesi, 1279-1300, Torino, Einaudi.

Picone, Michelangelo (2004): «Dante e Cino: una lunga amicizia. Prima parte: i tempi della ‘Vita Nova’», Dante, I, pp. 39-54.

Pini, Antonio Ivan (1990): «I maestri dello Studio nell’attività amministrativa e politica del Comune bolognese», in O. Capitani (a cura di), Cultura universitaria e pubblici poteri a Bologna dal XII al XV secolo, Bologna, Istituto per la Storia di Bologna, pp. 151-178.

Pinto, Raffaele (2016): «Naturalmente chere ogne amadore e il dialogo fra Cino, Dante e Guido», in R. Arqués Corominas e S. Tranfaglia (a cura di), Cino da Pistoia nella storia della poesia italiana, Firenze, Cesati, pp. 61-74.

Pirovano, Donato (2012): Poeti del dolce stil novo, a cura di D. Pirovano, Roma, Salerno editrice.

Pirovano, Donato (2015): «Il manoscritto Chigiano L VIII 305 della Biblioteca Apostolica Vaticana e la “Vita Nuova”», Carte romanze, III, 1, pp. 157-221.

Rea, Roberto (2016): «La Vita nuova e le Rime. Unus philosophus alter poeta. Un’ipotesi per Cavalcanti e Dante», in E. Malato, A. Mazzucchi (a cura di), Dante. Fra il settecentocinquantenario della nascita (2015) e il settecenario della morte (2021). Atti delle celebrazioni in Senato, del Forum e del Convegno internazionale di Roma: maggioottobre 2015, Roma, Salerno editrice, pp. 351-381.

Roncaglia, Aurelio (1976): «Cino tra Dante e Petrarca», in Cino da Pistoia. Colloquio. Atti dei Convegni Lincei (Roma, 25 ottobre 1975), Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, pp. 7-31.

Ruggeri, Federico (2016): «Per la paternità di ‘Naturalmente chere ogni amadore’: questioni antiche e nuovi rilievi», Carte Romanze, IV, 1, pp. 181-208.

Savino, Giancarlo (1993): «Le tradizioni del testo. Studi di letteratura italiana offerti a Domenico De Robertis», in Francesco Gavazzeni e Guglielmo Gorni (a cura di), Studi di letteratura italiana offerti a Domenico De Robertis, Milano-Napoli, Ricciardi, pp. 15-33.

Scherillo, Michele (1896): Alcuni capitoli della biografia di Dante, Torino, Loescher.

Signorini, Maddalena (2002): «Il canzoniere Chigiano L VIII 305», in L. Miglio e P. Supino Martini (a cura di), Segni per Armando Petrucci, Roma, Bagatto, pp. 222-242.

Stoppelli, Pasquale (2011): Dante e la paternità del Fiore, Roma, Salerno Editrice.

Stoppelli, Pasquale (2016): «La Giuntina di rime antiche», in E. Malato e A. Mazzucchi (a cura di), Antologie d’autore. La tradizione dei florilegi nella letteratura italiana. Atti del Convegno internazionale (Roma, 27-29 ottobre 2014), Roma, Salerno Editrice, pp. 157-171.

Vasina, Augusto (1990): «Bologna nello stato della Chiesa: autorità papale, clero locale, Comune e Studio fra XIII e XIV secolo», in O. Capitani (a cura di), Cultura universitaria e pubblici poteri a Bologna dal XII al XV secolo, Bologna, Istituto per la Storia di Bologna, pp. 125-150.

Zaccagnini, Guido (1913): «Un sonetto di Cino da Pistoia attrbuito a Tesino da Castelfiorentino», Miscellanea storica della Valdelsa, XXI, 1, pp. 1-13.

Publicado
2017-09-18
Cómo citar
Rigo, P. (2017). Il sonetto conteso: la storia di ‘Naturalmente chere ogne amadore’ tra testo, contesto e finzione. Cuadernos De Filología Italiana, 24, 115-130. https://doi.org/10.5209/CFIT.55210