L’immagine di Talete nelle fonti letterarie greche. Breve analisi da Erodoto a Plutarco

Ennio Biondi

Resumen


Con questo lavoro si cerca di ricostruire il processo di costruzione letteraria cui è stata sottoposta la figura del filosofo Talete all’interno della letteratura greca lungo i secoli, in particolare dalle Storie di Erodoto sino all’opera di Plutarco. Talete è un personaggio centrale nella cultura greca arcaica, ma dalle fonti è visto come un sofός, versatile ed eclettico, capace di interagire con le civiltà dell’oriente asiatico con cui entra a contatto in Asia Minore. È a partire dalla speculazione filosofica di IV secolo, in particolare da Platone ed Aristotele, che avviene una svolta culturale del modo concepire la figura del Milesio. Egli diventa il primo filosofo, colui che per primo ha condotto un’indagine sulla natura del Principio. Tale caratterizzazione influirà sia sulla letteratura specialistica successiva, cioè quella dossografica, che farà di Talete il primo filosofo della storia, sia sulla letteratura in genere che vedrà nel Milesio il primo dei sette sapienti della cultura greca arcaica.

Texto completo: PDF

Refbacks

  • No hay Refbacks actualmente.





Gerión. Revista de Historia Antigua
ISSN 0213-0181
ISSN-e 1988-3080

© . Universidad Complutense de Madrid
Biblioteca Complutense | Ediciones Complutense